Blog di Viaggi

RSS

Come passare due giornate in sella ad una bici in Trentino? L’APT di Rovereto ci guida attraverso questa bellissima regione e le sue organizzate piste ciclabili, alla scoperta di città, natura e gusto. Dopo aver noleggiato le nostre mountain bike partiamo per la nostra prima giornata di cicloturismo.

Le piste ciclabili sono ben distribuite sul territorio e spostarsi cosi’ diventa un modo alternativo, comodo e divertente di viaggiare, per tutti e alla portata di tutti. 
Un’interessante visita al museo di arte contemporanea MART, un buon pranzo, e siamo pronti alla nostra giornata in sella!

Cicloturismo - Trentino, Italia

La prima tappa e’ la modernissima cantina Mori e durante il tragitto attraversiamo le grandi distese di vigne, caratteristiche del territorio, fino a giungere al Lago di Garda, dove la ciclabile prosegue sulla riva. Peccato che non siamo attrezzati perchè la tentazione di fermarsi per un bagno, dato il caldo, è tanta!

Il tempo scorre e dobbiamo proseguire verso Arco, a pochi chilometri da Riva del Garda. Qui lasciamo le nostre bici che, grazie ad un servizio apposito, verranno riportate al nostro albergo pronte per il giorno seguente. Rientriamo in autobus e dopo una doccia rinfrescante ci godiamo una splendida cena in albergo.

Arco, Trentino, Italia

Il giorno seguente una buona colazione risveglia il nostro fisico e sappiamo che ci attendono diversi chilometri per raggiungere Trento. 
Imbocchiamo la ciclabile che costeggia l’Adige e arriva fino in città. 
Sulla strada notiamo l’allestimento di ristori appositamente creati per i ciclisti e qualche punto informazione. 
Oggi il nostro pranzo sarà offerto dalla cantina della famiglia Grigoletti, che ci presentano i loro ottimi vini, creati nella bellissima e intima cantina dedicata alle generazioni che vi hanno lavorato.

Ripartire dopo la degustazione non è semplice, ma noi cerchiamo ispirazione nel vino appena bevuto e ci rimettiamo in sella. Dopo circa un’ora di ciclabile giungiamo a Trento, nel bel quartiere che ospita il museo delle scienze MUSE. 
I ragazzi del museo ci guidano e ci spiegano come nasce il museo e cosa ospita. Vorremmo avere più tempo da dedicargli , ma è già il momento di ripartire per tornare verso Rovereto e percorrere nuovamente i 25 chilometri di ciclabile che unisce le due città. Un’altra sosta per una degustazione alla distilleria Marzadro e poi si rientra in albergo.

Cicloturismo - Trentino, Italia

Il cicloturismo è un modo diverso di viaggiare, un modo che ti porta a contatto col territorio e permette di gustarlo più lentamente, con un ritmo più naturale rispetto a quelli a cui siamo abituati. 
Il Trentino è una splendida regione tutta da scoprire ed è lodevole l’impegno che gli enti turistici dedicano allo sviluppo di questa forma di turismo.

In bici da Rovereto a Trento: visto da una sella il Trentino è ancora più bello Come passare due giornate in sella ad una bici in Trentino? L’APT di Rovereto ci guida attraverso questa bellissima regione e le sue organizzate piste ciclabili, alla scoperta di città, natura e gusto.

Sono arrivato a Las Terrenas per la prima volta nel 2008 e dopo vari viaggi contemplativi, adesso vivo in questo paradiso sulla costa settentrionale della Repubblica Dominicana da ormai un anno e mezzo.

Las Terrenas è un piccolo paesino di pescatori situato nella penisola di Samanà che si rivolge sull’Oceano Atlantico. È proprio sulle sue acque che voglio soffermarmi per far crollare un mito, ossia quello secondo cui il mare che bagna la parte meridionale dell’isola, il Mar dei Caribi, sarebbe di gran lunga più bello.

Molti non lo sanno, ma nei giorni di festa i dominicani affollano la penisola di Samanà e in particolare Las Terrenas, perché è qui che si trovano la natura e le spiaggie più belle. Inoltre, poco dopo Samanà, è possibile ammirare una delle spiaggie più belle del mondo: Playa Rincon.

Purtroppo questa concezzione errato della Repubblica Dominicana è diffusa anche tra molte agenzie turistiche e questo è un vero peccato, perché in questo modo a molte persone viene preclusa la possibilità di godere di una natura fantastica e prepotente e di vivere un tipo di vacanza indipendente in un’isola che non offre solo villaggi all inclusive.

Le spiagge di Las Terrenas, un paradiso dominicano ancora da scoprire Sono arrivato a Las Terrenas per la prima volta nel 2008 e dopo vari viaggi contemplativi, adesso vivo in questo paradiso sulla costa settentrionale della…

Tahiti – Food and Landscapes in French Polynesia's Least Beloved Island

Tesori italiani: in Campania è di nuovo Grand Tour come nel Settecento

Nel Settecento i giovani dell’aristocrazia europea, solitamente dopo gli studi, venivano mandati nell’Europa continentale per completare la loro istruzione. La partenza e l’arrivo di questo lungo itinerario, erano previsti nella medesima città. Il viaggio poteva durare da diversi mesi a svariati anni ed una delle ultime mete era spesso l’Italia o la Grecia.

Costiera Amalfitana, Italia

La Regione Campania da aprile a dicembre 2014  propone un percorso che permette al visitatore di seguire le tappe del Grand Tour settecentesco, alla riscoperta del territorio, della sua storia e della sua arte. Un viaggio culturale attraverso le storie e le bellezze della Campania, dai paesi della Costiera Amalfitana a Napoli, visitando musei e siti archeologici in notturna.

La mia prima tappa è stata proprio la visita agli scavi di Ercolano, di notte. Una fresca sera di luglio mi sono ritrovata catapultata in una magica Ercolano del 47 dopo Cristo.

Ercolano, Italia

Incredibile come sia suggestivo visitare l’antica cittadina – arrivata praticamente intatta fino ai giorni nostri – con la poca luce dei lampioni che ne illuminano le stradine. Sembra quasi ancora viva, avvolta dal buio che ne cancella le imperfezioni tracciate dai secoli e dall’eruzione del Vesuvio, lasciando cogliere agli occhi dello spettatore solo la sua più intima essenza.

Il silenzio e la pace che pervadono Ercolano di notte facilitano ancora di più l’identificazione con gli inconsapevoli abitanti  che hanno trovato la morte la sera dell’eruzione, grazie anche alla rappresentazione teatrale che, prima della visita, racconta gli avvenimenti del cataclisma dal punto di vista di una giovane donna ercolanese.

Scavi di Ercolano, Italia

La mattina del secondo giorno è stata dedicata a Sorrento, una delle principali mete turistiche di tutta la costiera. Una mostra di Picasso, presso Villa Fiorentino, ha rapito la mia attenzione per un paio d’ore.

Sorrento, Italia

Villa Fiorentino, costruita negli anni Trenta, inizialmente era abitazione e sede commercial dei coniugi Fiorentino che qui realizzavano i loro fazzoletti ricamati, la cui bellezza aveva in poco tempo raggiunto fama mondiale. Oggi la villa è un centro culturale che ospita mostre di artisti internazionali.

Sorrento, oltre ad essere meta turistica accattivante, è conosciuta per i limoni con i quali tra le altre cose si realizza uno squisito limoncello. Una delle tappe del Grand Tour è, infatti, il famoso limoneto Le Grottelle di Villa Massa.

Qui è possibile farsi guidare dal personale tra gli alberi e le terrazze per scoprire come si realizza il limoncello e, finito il giro, si sorseggiarne un bicchiere del delizioso nettare su un meraviglioso punto panoramico.

Limoneto Le Grottelle - Villa Massa, Italia

Se Sorrento è una delle mete più gettonate della costiera, Ravello non è da meno. Medievale e a strapiombo sul mare, la città offre una vista molto suggestiva e una serie di ville che hanno attirato l’attenzione di figure dell’ambiente artistico e cinematografico quali, ad esempio, Greta Garbo e Roberto Rossellini.

Costiera Amalfitana - Ravello, Italia

A Villa Cimbrone – oggi meraviglioso albergo panoramico attorniato da un immenso giardino e incorniciato dai monti le cui cime si levano all’orizzonte – una targa recita: “Qui nella primavera del 1938, la divina Greta Garbo, sottraendosi al clamore di Hollywood, conobbe con Leopold Stokowsky ore di segreta felicità.”

Il panorama che si può ammirare dai balconi e dalle terrazze della villa è difficile da descrivere a parole e ringrazio l’ausilio della mia macchina fotografica che rendere l’idea di cosa significhi affacciarsi su queste montagne a strapiombo sul mare di Ravello.

Villa Cimbrone - Ravello, Italia

Nella piazza del duomo, Villa Rufolo è un altro bellissimo esempio di architettura inserita in un contesto naturale ammaliante. Anch’essa, come Villa Cimbrone, è stata meta prediletta di artisti e musicisti internazionali, tanto che Wagner rivide nei giardini che la villa offre la materializzazione delle sue opere.

Villa Rufolo - Ravello, Italia

Villa Rufolo è costituita da una grande varietà di stili architettonici, la cui presenza è dovuta ai fitti scambi commerciali e culturali che nel tempo hanno lasciato testimonianza di sé. Sul suo belvedere abbiamo assaporato la degna conclusione di questi tre giorni di Grand Tour, uno spettacolo – inserito nella programmazione del Ravello Festival – del corpo di ballo dell’Accademia della Scala.

Costiera Amalfitana - Campania, Italia

Mentre mi allontanavo dalla Costiera Amalfitana osservavo lo scorrere del paesaggio dai finestrini. Sembra che niente sia cambiato dalle spensierate estati che la Garbo o la Loren trascorrevano in queste località campane. Si respira ancora l’aria dell’Italia fra la fine degli anni Trenta e  gli anni Cinquanta, quell’Italia fatta di paesaggi mozzafiato e grandi risorse culturali che l’iniziativa del Grand Tour ha saputo mettere in risalto con grande sapienza.

Tesori italiani: in Campania è di nuovo Grand Tour come nel Settecento Nel Settecento i giovani dell’aristocrazia europea, solitamente dopo gli studi, venivano mandati nell’Europa continentale per completare la loro istruzione.

Tahiti – Food and Landscapes in French Polynesia’s Least Beloved Island

Paradise lies beyond hardship. In this case paradise was Tahiti and French Polynesia, one of the most beautiful places on Earth, and I gained it after a 30-hour journey on planes from Paris to Los Angeles and then to Tahiti. I flied with Ait Tahiti Nui: reasonable prices, comfortable seats, good food… unluckily I do not easily all asleep while flying and the entertainment system didn’t offer many…

View On WordPress

"La ragazza del faro": atmosfere e suggestioni bretoni in un romanzo ricco di passione

Beautiful Fioritura a Castelluccio di Norcia, Umbria, Italy

Beautiful Fioritura a Castelluccio di Norcia, Umbria, Italy

"La ragazza del faro": atmosfere e suggestioni bretoni in un romanzo ricco di passione

“La ragazza del faro”: atmosfere e suggestioni bretoni in un romanzo ricco di passione

Alla scoperta dei luoghi del romanzo “La ragazza del faro” di Dario Giardi, edito da Leone editore.

Meglio di qualsiasi altra regione francese, la Bretagna rappresenta il mare. Non per niente i Galli la battezzarono “Armor”, il paese del mare. Con le sue tre facciate marittime, offre più di 2500 chilometri di coste straordinariamente frastagliate.

Bretagna, Francia

Parlare di Bretagna senza parlare del suo oceano…

View On WordPress

A door to the sea: Corsica - Una porta sul mare: foto dal nostro viaggio in #Corsica #viaggi

A door to the sea: Corsica - Una porta sul mare: foto dal nostro viaggio in #Corsica #viaggi